Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sport

Il codice Del Piero. Come rendere al massimo in ogni sport

di Roberto Piga

editore: Mondadori

pagine: 165

"Quando chiedo a Roberto Piga 'Come va?' risponde 'Terribilmente bene'. Anche nei momenti peggiori. Collaborando da lungo tempo, non sempre ci è toccato affrontare giorni facili. Alle volte ribatte secco 'All'86 per cento'. Ecco una sua caratteristica speciale, l'assillo per i dati matematici, la traduzione delle impressioni in numeri. Piga trasforma ogni cosa in misura scientifica, interpretandola con l'impeto caratteriale che gli è proprio. Il professore è un uomo massiccio, barbuto, ottimista, ex atleta da sempre impegnato con campioni dello sport sui quali proietta, insieme alle profonde conoscenze fisiopatologiche, un tipo di energia positiva che esalta e produce stimoli continui. Mi ha sempre colpito il contrasto tra il suo temperamento sanguigno e il controllo razionale che riesce subito a ristabilire. Trasmette forza animale attraverso grafici e programmi ferocemente rigorosi. Il nostro rapporto è maturato quotidianamente in verifiche meticolose sulla condizione della mia macchina anatomica. I metodi di Piga sono frutto di un percorso 'terribilmente' determinato e modificato in corso d'opera dal pungolo ossessivo della sua necessità di perfezione. Questo libro dà un'idea chiara di come si arriva a certi risultati, dell'attività che sta dietro alle prestazioni finali." (dall'introduzione di Alessandro Del Piero)
16,00

Dura solo un attimo, la gloria. La mia vita

di Dino Zoff

editore: Mondadori

pagine: 172

"Ho giocato a calcio per quarant'anni, di cui undici di fila, senza riposarmi mai, nemmeno per una domenica, nemmeno con la febbre e con gli acciacchi. Quarant'anni trascorsi con la faccia affondata nell'erba, o nel fango, o sulle righe di gesso dell'area di rigore, con gente pronta a staccarti la testa pur di arrivare un secondo prima di te su una palla. Qualche volta ho perso, più spesso ho vinto, ma questo non è così importante. Mi hanno chiamato mito, monumento, leggenda. Le mie mani sono finite in un francobollo commemorativo firmato da Guttuso. Ho giocato a scopone con Sandro Pertini, scherzato con Karol Wojtyla, viaggiato con Gheddafi, mi sono confidato con Gianni Agnelli. Ho conosciuto ladri, poeti, eroi, capi di stato, bancarottieri, alcolisti. E oggi, dopo tutto questo, posso dire che aveva ragione nonna Adelaide, friulana dura come il mogano ma dolcissima: 'È passato Napoleone che aveva gli speroni d'oro agli stivali, figurati se non passa anche il resto'. Tutto cominciò proprio con lei, a pensarci bene. In un pomeriggio qualunque di sessant'anni fa, a Mariano. Collezionavo foto sbiadite di portieri, strappate dai pochi giornali che arrivavano in paese, e sognavo di diventarlo anch'io. Ma ero mingherlino, crescevo poco, e per questo mi faceva mangiare uova ogni giorno. Poi quel pomeriggio si mise a giocare con me: tirava le prugne in aria e io dovevo prenderle al volo. Era un gioco per modo di dire: nelle case dei contadini, il cibo non si spreca, mai..."
11,00

Michael Jordan, la vita

di Roland Lazenby

editore: 66th and 2nd

pagine: 782

Nel marzo del 1982 un diciannovenne di Wilmington, North Carolina, segnò i due punti che regalarono il titolo nazionale ai Tar Heels. Inizia così la leggenda di Michael Jordan, destinato a trasformarsi di lì a poco in un'icona della cultura americana, capace di trascendere lo sport e abbattere le barriere etniche e generazionali. Il suo stile fu imitato da milioni di ragazzi che sognavano di essere "like Mike", come recitava uno spot del Gatorade, celebre quanto i video girati per la Nike con Spike Lee. Le sue acrobazie e il suo "sesto senso cinestetico" rivoluzionarono la Nba, che MJ disertò all'apice del successo in seguito all'omicidio del padre, per tornarvi dopo due anni e conquistare una serie di primati senza precedenti. Ma per quanto perfetta nelle sue epifanie sul campo, l'immagine di Jordan nascondeva delle zone d'ombra, la passione per il gioco d'azzardo, i contrasti in seno alla famiglia, che questa biografia esplora per tentare di ricomporre la doppia personalità del campione, dalla quale scaturiva quel feroce agonismo con cui soggiogava avversari e compagni di squadra. Di Michael Jordan, l'"arcangelo dei canestri", Roland Lazenby ci offre un ritratto completo, partendo dall'infanzia trascorsa con l'indomito bisnonno Dawson, contrabbandiere di whisky e zatteriere, per arrivare all'avventura deludente come manager, e soffermandosi sull'epopea dei Chicago Bulls, ovvero la cavalcata sportiva più avvincente di ogni tempo.
23,00

Correre è una rivoluzione

editore: Sperling & Kupfer

pagine: 271

Qual è il motivo per cui tante persone amano correre? Il dottor Vad corre perché "è la migliore attività di fitness che ci sia
16,00
Il prodotto non è al momento disponibile

Harrison's principles of internal medicine

editore: McGraw-Hill Education

233,00
Il prodotto non è al momento disponibile

Calcio totale. La mia vita raccontata a Guido Conti

di Sacchi Arrigo

editore: Mondadori

pagine: 288

Lo scudetto all'esordio in serie A con il grande Milan; la partita perfetta contro il Real Madrid, trafitto cinque volte; Barc
18,00

Attività motorio-sportive e disabilità. Scienze tecniche dello sport nella diversabilità

di Daniela Senarega

editore: Liberodiscrivere

pagine: 100

Il concetto di speciale normalità indica un modo di vivere la realtà sportiva dove specialità e normalità coesistono influenza
12,00

Camminare bene. Manuale del fitwalking

di Maurizio Damilano

editore: Fusta

pagine: 128

A sette anni dalla prima edizione, il manuale ufficiale del fitwalking ritorna in una versione riveduta e aggiornata da Maurizio Damilano, l'iniziatore italiano di questa disciplina e campione olimpico di marcia. Il fitwalking è l'evoluzione sportiva e salutistica di un'attività naturale come il camminare, alla quale troppo spesso non si attribuisce il giusto valore. Dall'uscita della prima edizione del libro, questa disciplina ha conquistato le abitudini di milioni di italiani di tutte le età. Un'agile guida studiata per trarre il massimo beneficio da un'attività fisica che aiuta a combattere gli effetti negativi della sedentarietà con la minima spesa e sfruttando i tempi morti della giornata. Un'attività da praticare in città o in campagna, all'aperto o in palestra e su ogni tipo di terreno. Grazie all'esperienza sportiva quarantennale del suo autore, il manuale affronta i diversi aspetti di questo sport riconosciuto da 10 anni in tutta Italia: la teoria e la pratica, ma anche l'alimentazione, lo stretching, l'attrezzatura necessaria.
13,50

Le mete dell'allenatore. Prospettive di psicologia dello sport per l'allenatore di rugby

di Flavia Sferragatta

editore: Franco Angeli

pagine: 128

In questo volume la psicologia dello sport scende in campo e si propone come strumento pratico e concreto per il lavoro dell'allenatore di rugby. I principi di diversi approcci teorici (quali la Self-Determination Theory, la Goal Orientation Theory e la Self-Efficacy), descritti in maniera semplice, efficace e facilmente comprensibile, vengono applicati al gioco ed all'allenamento del rugby per offrire ai tecnici una grande varietà di spunti applicativi. Vengono proposti strumenti e riflessioni sul lavoro che l'allenatore svolge sul campo e fuori dal campo, rivolti sia a quanti si occupano di giovani che di adulti, principianti o professionisti, nell'ottica di favorire la crescita degli atleti e di consentire loro di esprimere nel miglior modo possibile le proprie caratteristiche e potenzialità nel gioco del rugby. Il libro è arricchito da una notevole quantità di testimonianze dirette di atleti, allenatori e studiosi che lo rendono stimolante e capace di coinvolgere ed interessare non solo allenatori di rugby, ma anche atleti, dirigenti, genitori o appassionati.
18,00

Il tempo dello sport

di Aiello Maria

editore: EGA-Edizioni Gruppo Abele

pagine: 552

Lo sport è gioco, attività fisica, mezzo di comunicazione universale, accessibile a tutti e da tutti in qualche misura utilizz
22,00

Nati per muoverci. Storia di Technogym da un garage alla wellness economy

di Alessandri Nerio

editore: Baldini & Castoldi

pagine: 251

Ci sono storie che rincuorano, che spronano a credere di più nei propri sogni e nelle forze del nostro Paese
16,00

Il gioco interiore nel golf. Per vincere sul green e nella vita

di Timothy W. Gallwey

editore: Ultra

pagine: 236

Timothy Gallwey è stato il primo ad applicare allo sport i princìpi della moderna psicologia per ottenere risultati eccellenti e ritrovare, al tempo stesso, il puro piacere del gioco. E dopo aver esordito con "II Gioco Interiore nel Tennis" (più di un milione di copie vendute in tutto il mondo), è passato allo sport che forse più che ogni altro richiede una connessione limpida fra corpo e mente: il golf. Ogni giocatore professionista, prima di affrontare l'avversario sul green, deve infatti riuscire a sconfiggere i dubbi, le insicurezze e la paura del fallimento. Persino i grandi campioni del golf, dal venerabile Jack Nicklaus al bambino prodigio Tiger Woods, devono innanzitutto affrontare i loro demoni interiori per riuscire a ottenere il massimo risultato nelle competizioni più importanti. Ma come riescono a mantenere la concentrazione? Come si liberano dalle tensioni fisiche e mentali che potrebbero sabotare ogni colpo? L'arte della "consapevolezza rilassata" è il metodo più efficace per riuscire a migliorare le proprie prestazioni, per mettere a tacere quella voce interiore che tenta costantemente di boicottare il gioco e che spesso rende vano ogni sforzo tattico e fisico. Quello che Gallwey insegna da decenni è un metodo fondato sul lasciarsi andare e, seguendo il proprio istinto, immergersi completamente nel momento, in una sorta di stato di grazia che permette di battere i più temibili avversari: la feroce autocritica e il pensiero negativo.
18,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.