Il tuo browser non supporta JavaScript!

Scienze Linguistiche e Letterature Straniere

5,00
169,00
62,90

Nel rispetto dei reciproci ruoli

Lineamenti di storia della contrattazione collettiva in Italia

di Marianna De Luca

editore: Vita e pensiero

pagine: 344

«Nel rispetto dei reciproci ruoli e responsabilità » è un’affermazione che compare con diverse formulazioni in numerosi testi negoziali, con la quale i rappresentanti dei lavoratori e quelli delle imprese si dichiarano reciproco rispetto per il diverso ruolo svolto. Tale reciprocità dovrebbe costituire un valore fondamentale per le relazioni industriali, eppure nella vicenda italiana non sempre è stato così: la dignità e il valore di ciò che l’altra parte rappresenta è stato messo più volte in discussione non solo attraverso l’esercizio di un antagonismo oppositivo e frontale, ma ha assunto anche la forma della degenerazione collusiva tra gli attori; e non sono mancati neppure episodi di violenza, fisica e morale. Gli scambi, insomma, tra le parti non sono stati sempre civili. Ci sono stati in verità anche periodi di positiva collaborazione; e si è tentato a più riprese di definire un quadro di regole che, conferendo consistenza e stabilità al sistema, consentisse di affrontare nel merito i problemi, ma non si è mai pervenuti ad una soluzione soddisfacente. Il volume ripercorre queste vicende utilizzando come filo conduttore l’evoluzione della rappresentanza dei lavoratori e della contrattazione collettiva in azienda. Ne risulta un quadro niente affatto lineare, dal quale emergono somiglianze tra situazioni del passato e la più estrema attualità. Nel ricostruire questo percorso non è stata privilegiata la prospettiva degli attori ma, come è reso evidente dal ricco apparato di documentazione, si è seguito il tracciato dei contratti e degli accordi collettivi che delle relazioni tra le parti possono considerarsi in qualche misura il ‘prodotto’: «strumento e non risultato fine a se stesso, ovviamente, poiché le relazioni industriali hanno a cuore i comportamenti, l’effettività, la soluzione dei problemi, e non si soddisfano della sola forma»
28,00
26,60

Le menzogne del web. Internet e il lato sbagliato dell'informazione

di Charles Seife

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 239

La tanto decantata "democrazia digitale" si situa appena un passo prima della dittatura degli stupidi e dei creduloni. Serve un antidoto, ed è con questo libro che Charles Seife ci viene in soccorso. Non è che prima di internet gli uomini non mentissero, anzi, però internet ha dato ai mentitori uno strumento fantastico e potente per esercitare liberamente la loro paziente opera distruttiva. Sia chiaro: internet è uno strumento straordinario. Grazie al Web oggi siamo in grado di fare cose che fino a pochi anni fa sembravano semplicemente impensabili. Ma, nel bene e nel male, internet è anche una gigantesca cassa di risonanza, nuova di zecca e potenzialmente devastante, che può essere facilmente usata dai malintenzionati. E loro la usano, eccome! Oggi è più che mai necessario capire come può essere usata l'informazione digitale: riconoscendo i segni delle manipolazioni della Rete si può capire come (e perché) la gente sfrutti le proprietà di questo strumento per cercare di alterare la nostra percezione della realtà. Ben venga allora questa guida per gli scettici, un manuale per chi desidera comprendere con chiarezza in che modo la sfera digitale stia influenzando tutti noi. Viviamo in un mondo dove il reale e il virtuale non possono più essere del tutto separati, tanto che a volte c'è ben poca differenza tra ciò che è reale e ciò che non lo è. Ma non è un gioco indolore: questa "irrealtà virtuale" ha conseguenze che possono essere alquanto spiacevoli.
22,00
10,00

Vocabulaire Progressif Du Francais. Livre+cd. Avance`

di Miquel Claire

editore: Cle international

Un`opera indispensabile per studiare il lessico, con un approccio tematico
24,00

La gestione dei progetti di spettacolo

Elementi di project management culturale

di Argano Lucio

editore: Franco Angeli

pagine: 368

Le diverse attività del mondo dello spettacolo dal vivo si caratterizzano per una dimensione organizzativa di tipo progettuale
36,00

Naufragio con spettatore

di Hans Blumenberg

editore: Il mulino

pagine: 148

Quest'opera offre, in cento pagine di analisi letterario-filosofiche, la storia di una metafora contrale nella civiltà dell'Occidente, quella appunto del "naufragio con spettatore" in cui si riflette l'atteggiamento dell'uomo dinanzi alla vita e alla storia: il bisogno di sicurezza e il gusto del rischio, l'estraneità e il coinvolgimento, la contemplazione e l'azione.
11,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.