Il tuo browser non supporta JavaScript!

Milano

Il Monumentale di Milano. Un museo a cielo aperto

editore: Jaca Book

pagine: 247

Amici del Monumentale di Milano è un'associazione senza fini di lucro nata nel 2013
18,00

Milano allo specchio. Da Costantino al Barbarossa, l'autopercezione di una capitale

editore: Viella

pagine: 174

L'autoreferenzialità quale prisma attraverso cui leggere la Milano tardoantica e medievale è il filo rosso sotteso ai sette saggi che compongono questo libro. Capitale dell'impero segnata dall'episcopato di Ambrogio, metropoli ecclesiastica di prim'ordine e potente Comune, la Milano medievale ha uno sviluppo eccezionale sulla lunga durata. Solo sporadicamente, però, tale stratificazione - storica, culturale e materiale - è stata indagata in una prospettiva di autoreferenzialità, centrale invece per la mentalità medievale e soprattutto per una città come Milano, dove la tradizione diviene garante del ruolo chiave che il capoluogo lombardo intende assumere nel Medioevo. Il patrimonio immateriale e materiale della città è indagato da un punto di vista pluridisciplinare. L'analisi di storici, archeologi, storici dell'arte e filologi permette d'individuare i punti nodali di questo meccanismo, fornendo una visione a tutto tondo per molti aspetti innovativa, al fine di meglio comprendere in che modo Milano si relazioni al proprio passato e come questo passato costituisca una continuità attraverso la quale plasmare un'immagine di sé, diventando un aggregatore identitario fondamentale.
32,00

Milano anni '70 e dintorni. Ediz. illustrata

editore: Pifferi

pagine: 160

45,00

Le gallerie di Milano

di Riccardo Di Vincenzo

editore: Hoepli

pagine: 192

Quando si parla di Milano e di Gallerie è spontaneo pensare subito alla Galleria Vittorio Emanuele, primo grande monumento dell'Italia unita, inaugurata in gran pompa nel 1867. In una città tutto sommato povera di spazi pubblici, è ben presto divenuta il salotto cittadino, grande vetrina della civiltà mercantile e punto d'incontro quasi obbligato. Ma a Milano le gallerie sono molte di più, a partire dalla prima, la Galleria De Cristoforis, inaugurata nel 1840 quando in città regnava ancora Francesco Giuseppe. Nel corso del Novecento, altre gallerie hanno formato un reticolo attorno a piazza del Duomo e alle grandi arterie commerciali della città: corso Vittorio Emanuele, via Torino, corso Buenos Aires. Ma altre ancora l'autore ne ha scoperte e censite in questo libro. Opera di architetti come Mengoni, Ponti, Lancia, Magistretti, Portaluppi, Bottoni, Caccia Dominioni, Figini e Pollini, le gallerie milanesi non sono solo spazi commerciali o di ritrovo, ma un esempio dell'architettura civile che ha dato il tono alla Milano che conosciamo.
29,90

Il milanese imbruttito. Milanesità. Istruzioni per l'uso

editore: Rizzoli

pagine: 211

A Milano c'è un codice non scritto per ogni ambito: dagli spostamenti nel traffico alle vacanze, dal fitness agli eventi cool, dai social al corteggiamento. Per evitare giargianate di bassa lega nascono queste fondamentali "Istruzioni per l'uso", un kit completo di tutto quello che dovete sapere per muovervi nel mondo imbruttito. E se pensate di conoscere già ogni segreto fate poco gli splendidi, ché a Milano restare indietro è un attimo.
10,90

Milano, capitale morale? La sfida del nuovo sindaco e l'eredità di Pisapia

editore: Guerini e associati

pagine: 134

Milano, vetrina internazionale, regina dei commerci s'è fermata? No, rispondono Sapelli e Festa nella Prefazione: la città presenta qualche segno di cedimento strutturale, ma ha ancora grandi potenzialità. Sul tema intervengono Bussolati, riformista di centrosinistra, e Mardegan, propugnatore dei valori della tradizione cattolico-liberale. Bussolati rivendica il ruolo svolto negli anni dal riformismo socialista e ne vede la continuità con l'amministrazione Pisapia, caratterizzata da trasparenza, legalità, partecipazione. Milano è tornata la capitale del fare, aperta alla sharing economy, al dinamismo imprenditoriale e alla solidarietà. Il suo futuro può essere solo nel segno della continuità, che vuol dire condivisione, innovazione, inclusione. Mardegan, invece, critica l'assenza di progetti strategici, causa di astensionismo. Occorre valorizzare la centralità della famiglia, la libera formazione, la meritocrazia, l'accesso al lavoro, la sicurezza. Il suo gruppo, Noi x Milano, propone perciò un welfare mirato alle famiglie in difficoltà, un'edilizia popolare per i giovani, un'accoglienza con regole certe, un incremento delle infrastrutture, un'alleanza fra ambiente e sviluppo.
12,50

La buona strada. 150 passeggiate d'autore a Milano, in Lombardia e dintorni

di Philippe Daverio

editore: Rizzoli

pagine: 209

La penna curiosa e impertinente di Philippe Daverio ci conduce attraverso Milano e il suo territorio. Una caccia al tesoro in città, in provincia e nella campagna lombarda per scoprire oltre centocinquanta fra monumenti, luoghi e testimonianze d'arte, di storia e di cultura, noti e meno noti, che valgono una visita o una deviazione. Un piccolo bestseller d'autore in edizione ampliata con nuove interessanti destinazioni, dalla Fondazione Prada di Milano a San Gottardo in Corte, da Villa Arconati ai Musei di Sant'Angelo Lodigiano, dalla Riserva Naturale di Bosco Fontana all'Isolino Virginia sul lago di Varese, da Lecco a Chiari.
11,50

Milano tra storia, realtà e sogno. Conversazione con Maria Luisa Agnese

editore: Mondadori

pagine: 164

Milano è una città dalle molte anime
20,00

Passeggiate milanesi nella musica. Sei percorsi musicali nella città Ediz. italiana e inglese

editore: Ledizioni

pagine: 167

Nella Milano dell'Expo 2015 il lettore potrà intraprendere diverse passeggiate milanesi nella musica per conoscere luoghi, personaggi e eventi della musica in città. In sei passeggiate seguirà il filo conduttore che lega compositori, cantanti, direttori d'orchestra, librettisti, editori, ma anche architetti, scenografi, mecenati alle grandi vicende della storia milanese: dai Visconti alla città settecentesca che vede nascere la Scala, dall'epoca risorgimentale del Nabucco alla Belle Epoque, dalla dittatura mussoliniana alla metropoli repubblicana e democratica. Rivivono così, nei luoghi dei soggiorni milanesi, da Mozart a Vincenzo Bellini, da Arturo Toscanini a Riccardo Muti, da Enrico Caruso a Maria Callas, da Luigi Illica a Dino Buzzati. In un vero e proprio viaggio attraverso i quartieri, si incontrano le abitazioni di Giuseppe Verdi, di Giacomo Puccini, di Alfredo Catalani, di Arrigo Boito; si visitano i musei nei quali riecheggiano suoni antichi; si sosta nei luoghi di ritrovo, come il caffè Cova, negli alberghi come il Grand Hotel et de Milan.
12,00

El coeur de Milan

editore: Il Castello

pagine: 96

Una raccolta di fotografie del centro di Milano tra la fine dell'Ottocento e gli anni Trenta
34,50

Conosci Milano?

di Scarlini Luca

editore: Edizioni Clichy

pagine: 280

Città romana e medievale, capitale industriale dell'Italia unita, amata da Leonardo da Vinci e raccontata da Alessandro Manzon
15,00

111 negozi di Milano che devi proprio scoprire

di Lonmon Aylie

editore: Emons audiolibri

pagine: 230

In quale negozio si parlano nove lingue? Dove inorridirebbe perfino Frankenstein? E dove si possono far stampare biglietti da
14,95

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.