Il tuo browser non supporta JavaScript!

Giurisprudenza

Internet, controllo e libertà. Trasparenza, sorveglianza e segreto nell'era tecnologica

di Giovanni Ziccardi

editore: Cortina Raffaello

pagine: 252

I temi della trasparenza radicale delle informazioni, della sorveglianza globale con mezzi elettronici e dell'uso della tecnologia come strumento efficace per controllare la vita quotidiana del cittadino sono diventati argomenti focali nel dibattito in corso tra mondo del diritto, della politica e della tecnologia, nonché spunti di ricerca di peculiare interesse per gli studiosi di informatica giuridica, di filosofia e sociologia del diritto, di teoria politica e di diritto costituzionale. Autorevoli accademici, tra cui i due costituzionalisti Cass R. Sunstein e Lawrence Lessig, e un informatico-giuridico, Yochai Benkler, si sono occupati, negli ultimi anni, di tali temi, e hanno fornito lucide basi per delineare il quadro esistente e per prevedere le evoluzioni future, tracciando, in un certo senso, la strada da seguire. Muovendo da un'analisi dei loro scritti e del loro pensiero, unitamente a una valutazione dei fatti politici e giudiziari più recenti, l'autore delinea un quadro critico del delicato equilibrio tra la tecnologia come strumento di controllo e di sorveglianza e i diritti fondamentali dell'individuo, tra libertà di manifestazione del pensiero ed esigenze di sicurezza nazionale.
24,00

Profili di epistemologia giudiziaria

di Ubertis Giulio

editore: Giuffrè

pagine: X-198

Nel volume, il processo è individuato quale luogo di verbalizzazione dell'esperienza e la concezione semantica della verità vi
20,00

L'eguaglianza

editore: Vita e Pensiero

pagine: 167

L'eguaglianza è cosa da comprendere, e poi da correggere. Ma essa si comprende fuori dal diritto o non si comprende. L'analisi teologica, filosofica, economica e sociologica supportano il giurista nel suo compito di discernimento, ne contestualizzano l'indagine in uno scenario culturale che può offrire i significati, avvalorano le sue concettualizzazioni. Questa ricerca interdisciplinare si propone come una lettura a più voci per una comprensione ampia dell'eguaglianza da parte dei suoi cultori.
18,00

Giustizia e modernità. La protezione dell'innocente e la tutela delle vittime

di Federico Stella

editore: Giuffrè

pagine: 629

Mutamenti epocali hanno posto il mondo scientifico di fronte a nuovi fini e a nuovi valori, minando alle radici molte sicurezze su cui la vita collettiva si fondava. A tutte le scienze viene oggi richiesto di compiere dei passi radicali per fronteggiare la crisi mondiale di "civilizzazione", legata al progresso tecnologico-scientifico, all'incontrollato sviluppo economico, all'incombente collasso degli assetti istituzionali di sicurezza. Sono i temi della modernità: le minacce derivanti dalla distruzione dell'ambiente, dall'inquinamento radioattivo, dall'effetto serra, dagli interventi sui fondamenti genetici della vita, dalle manipolazioni genetiche degli alimenti, dalla mancanza di certezze della scienza, dai fenomeni di illegalità, generati dalla crescente disoccupazione e dal divario, sempre più marcato, tra Paesi ricchi e Paesi poveri, dalle forme patologiche nuove di criminalità economica, dagli attentati alla sicurezza e alla salute individuale, da tutti gli altri fenomeni di crisi della società globalizzata stanno alla base dell'esigenza ormai percepita dall'opinione pubblica mondiale -della elaborazione di una nuova etica e di una nuova razionalità scientifica e giuridica. Anche alle scienze giuridiche, anche alla scienza del diritto e del processo penale, viene chiesto di compiere dei passi radicali. Ma quali sono questi passi?
48,00

Etica

di Pietro Abelardo

editore: Mimesis

pagine: 150

Il titolo di ispirazione socratica - Scito te ipsum - con cui l'Etica era nota fin dall'inizio, indica il ruolo centrale dell'interiorità e intenzionalità nell'analisi del problema morale. Già dalle prime battute dell'opera Abelardo definisce la colpa come "consenso del soggetto all'inclinazione naturale presente nella natura umana": non è colpa - osserva - desiderare una donna ma acconsentire al desiderio giungendo all'adulterio. All'opera appartengono anche alcune intense pagine di denuncia della corruzione della chiesa che, oramai lontana dal modello evangelico della povertà, mira solo al potere e alla supremazia temporale. In esse riconosciamo l'Abelardo maestro di Arnaldo da Brescia.
14,00
36,10

Diritto del lavoro. In trasformazione (2010-2014)

di Napoli Mario

editore: Giappichelli

pagine: XIV-226

Questo volume raccoglie gli scritti elaborati nel corso della passata legislatura (XVI) e l'inizio dell'attuale
23,00
15,00

RSA e costituzione. La giurisprudenza della Corte costituzionale

di Mario Napoli

editore: Vita e Pensiero

pagine: 121

Il volume ripercorre la giurisprudenza della Corte costituzionale, che si è sviluppata lungo un quarantennio sulle rappresentanze sindacali aziendali (RSA), disciplinate nell'art. 19 dello Statuto dei lavoratori. Dalla storica sentenza 54 del 1974 fino alla recentissima 231 del 2013, l'autore, uno dei massimi esperti del Diritto sindacale italiano, offre un'analisi approfondita e ragionata dell'approccio del Giudice delle leggi al delicato tema della rappresentanza sindacale sui luoghi di lavoro. Il volume è completato da una sezione con i testi integrali di tutte le sentenze. "L'invito a rilegiferare sulla materia era stato più volte formulato, ma il legislatore non è ancora intervenuto". Con una sentenza additiva (la sentenza n. 231/2013) "la Corte detta una nuova norma e, quindi, adombra una modifica di sostanziale valore legislativo".
14,00

Giustizia e letteratura

editore: Vita e Pensiero

pagine: 866

Il lettore è guidato da scrittori, critici letterari, esperti di comunicazione e giuristi, lungo un itinerario che, andando al
38,00

L'interposizione nei rapporti di lavoro. Somministrazione di lavoro e distacco di lavoratori subordinati

di Antonella Occhino

editore: Dike Giuridica Editrice

pagine: 148

La somministrazione di lavoro e il distacco di lavoratori subordinati sono i due istituti di utilizzazione indiretta del lavoro dove flessibilità e trasparenza nella gestione delle risorse umane si coniugano in un quadro di liceità dei fenomeni interpositori, ammesso in Italia a condizione del rispetto di regole poste a tutela della persona del lavoratore. Il volume espone in modo aggiornato la disciplina normativa e le principali soluzioni giurisprudenziali, nella consapevolezza che si tratta di una materia centrale del Diritto del lavoro, che incide su tecniche di impiego particolarmente adatte alle mutevoli esigenze delle organizzazioni produttive.
20,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.