Il tuo browser non supporta JavaScript!

Economia

Fondamenti di politica economica

di Acocella Nicola

editore: Carocci

pagine: 723

Il volume - che esce ora in una nuova edizione ampliata e aggiornata analizza le ragioni per le quali la "mano invisibile" del
54,50

L'integrazione economica europea 1947-2006

di Fauri Francesca

editore: Il mulino

pagine: 303

Il volume traccia la storia dell'integrazione europea concentrando l'analisi sulla sfera economica
20,00

Offerte irresistibili. Per la conquista di nuovi clienti

di Alan Rosenspan

editore: Lupetti

pagine: 353

Molti imprenditori sono sopratutto venditori: i migliori venditori della propria azienda. Ma per loro il tempo non è mai sufficiente. Per ampliare la propria capacità di vendita il piccolo imprenditore deve ricorrere ai mezzi di comunicazione più immediati e meno dispersivi: questo libro offre le regole per un direct marketing efficiente.
18,00

Gli strumenti del marketing. Le dieci strategie necessarie per vincere

editore: Etas

pagine: 272

Nel mondo moderno, competitivo e orientato al cliente, il marketing è un'attività che coinvolge tutti coloro che lavorano in a
18,00

Performance management. Ottenere il meglio dai propri collaboratori

editore: Etas

pagine: 192

L'essenza del management consiste nell'ottenere risultati dalle persone: fino a che non si impara a valorizzare al massimo la
16,00

Teoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta

di Keynes John M.

editore: Utet

pagine: 721

La "Teoria generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta", pubblicato nel 1936, segna uno spartiacque nel pensiero
14,90

Allineamento strategico. Come usare le Balanced Scorecard per aumentare la competitività

editore: Isedi

pagine: 331

La maggior parte delle aziende opera ormai in una pluralità di business e comprende differenti unità di servizi, ciascuna delle quali è altamente specializzata e guidata da personale qualificato. Purtroppo però troppo spesso manca un efficace coordinamento tra i diversi settori della stessa azienda, con il risultato che si sprecano risorse e si perdono significative opportunità. Il problema più urgente da risolvere oggi, per sopravvivere e mantenere alto il livello di competitività in un mercato globale sempre più aggressivo, è sicuramente quello dell'allineamento strategico. Questo libro dovrebbe essere una lettura obbligata per quanti non solo vogliono sopravvivere, ma anche svilupparsi in un mercato sempre più complesso e competitivo.
26,00

L'Italia delle fabbriche. Ascesa e tramonto dell'industrialismo nel Novecento

di Giuseppe Berta

editore: Il mulino

pagine: 299

Berta disegna in questo volume il percorso della cultura della grande industria italiana dagli albori negli anni Dieci del Novecento alla trasformazione di fine secolo. Dopo una prima parte in cui vengono ricostruite la formazione della grande impresa italiana nei primi decenni del secolo e le posizioni che industriali e sindacati assunsero in merito al modello fordista americano, all'avvio della produzione di massa, al problema delle relazioni sindacali, è affrontato il momento d'oro dell'industrialismo italiano negli anni del boom, letto attraverso l'azione di uomini come Angelo Costa, Adriano Olivetti, Vittorio Valletta, Enrico Mattei, nell'istituzione dell'Intersind e nel rinnovamento della Confindustria. L'ultima parte, con il racconto dell'Autunno caldo, evoca il tramonto dell'industrialismo per dare conto del nuovo paesaggio economico-sociale, non più segnato dall'impronta manifatturiera.
19,00

Identità al lavoro. Strategie non convenzionali per trasformare la carriera (e la vita)

di Herminia Ibarra

editore: Etas

pagine: 224

Quante volte vi ha sfiorato il desiderio, o il sogno, di cambiare lavoro e vita? L'identità di ognuno di noi, nessuno escluso, non è una sola e immutabile: talvolta ne emerge una nuova, che non ci fa più stare bene nei nostri panni. Spesso però non osiamo cambiare nulla, bloccati dalla paura dell'ignoto o dalle risorse investite nella professione e nella vita correnti. Che cosa fare allora? L'autrice presenta un nuovo modello per reinventarci che spazza via tutto quanto abbiamo sentito affermare da "esperti di carriere" più o meno autorevoli e quotati. Se infatti secondo la "saggezza comune" bisogna prima sapere che cosa si vuole e poi agire, Ibarra capovolge la prospettiva: individuare il lavoro giusto è la conseguenza di azione e sperimentazione, la carriera non è un percorso lineare verso un'identità predeterminata ma un viaggio irregolare lungo il quale proviamo i "possibili sé" che possiamo diventare. Ecco dunque gli otto passi per trovare la nostra strada, elaborati studiando un'ampia selezione di storie di persone che "ce l'hanno fatta": esplorare le possibili identità da assumere; fare "esperimenti professionali"; individuare piccole vittorie per mantenere l'impulso ad agire; sopravvivere al duro periodo di passaggio da un'identità all'altra; contattare modelli e mentori che facilitino la transizione; prendere tempo per riflettere; capire quando abbandonare la vecchia strada per quella nuova; inquadrare le nuove circostanze in una storia coerente di ciò che stiamo diventando.
20,00

Le strategie della stupidità. Perché siamo stupidi. Perché siamo geniali

di Francesco Betti

editore: Etas

pagine: 224

Chi di noi non conosce almeno uno stupido? Se siamo fortunati è un cugino di terzo grado, un vicino di casa che incontriamo di rado o un collega che non appartiene al nostro ufficio. Però, se allarghiamo un po' lo sguardo, tutti noi possiamo elencare una nutrita lista di persone stupide, indipendentemente da sesso, età, grado di istruzione, ceto sociale. La stupidità è pervasiva. È come la velocità della luce: una costante universale. Ma in che cosa consiste? Quali sono gli aspetti che la definiscono? Lo stupido è incapace? È impreciso? È irrazionale? Perché alcune persone sono stupide alcuni giorni e altri no? Esiste una definizione standard di stupidità che ci aiuti a riconoscerla, prevenirla, curarla? La risposta si trova in questo originale volume che si occupa di stupidità "e cerca di farlo nel modo meno stupido possibile". Se è vero infatti, come sostiene l'autore, che nessuno al mondo è stupido (ma tanti si comportano come se lo fossero) e che, tuttavia, la stupidità è il fattore di maggior danno per le persone e la società intera, studiarla è senz'altro un buon inizio per tentare di ridurne gli effetti. "Siamo uomini, non polli". Parte così un viaggio unico in compagnia di un matematico (John Nash), un attore (James Dean), un ingenuo (Forrest Gump) e Willy Coyote, per comprendere le complesse strategie che la stupidità adotta - in natura, in azienda, in finanza, in "questo stupido stupido mondo"... - attraverso diversi strumenti interpretativi, fino a una vera e propria "teoria della stupidità umana".
14,50

A che cosa serve il sindacato? Le follie di un sistema bloccato e la scommessa contro il declino

di Pietro Ichino

editore: Mondadori

pagine: 319

Pietro Ichino ripropone, come in una cronaca giornalistica, emblematiche vicende del difficile stato delle relazioni sindacali nell'Italia contemporanea: dal caso dell'Alitalia, dove le hostess sembrano ammalarsi a comando per scioperare anche quando è proibito, a quello del ministro del lavoro che appoggia il sindacato che le organizza; dalle agitazioni che interessano due volte al mese ferrovie e trasporti urbani alla vicenda degli uomini radar, che scioperano anche perché durante lo sciopero non perdono la retribuzione. E ne prende spunto per formulare una proposta di riforma che assume anch'essa il carattere di una scommessa comune a tutte le parti responsabili del futuro economico dell'Italia.
10,00

Il Mulino

editore: Il mulino

pagine: 193

Nata nell'aprile del 1951, la rivista ha sede a Bologna negli uffici dell'omonima Associazione di cultura e di politica che ne
13,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.