Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Mirco Dondi

12 dicembre 1969

di Mirco Dondi

editore: Laterza

pagine: 252

Una fredda giornata di dicembre, un giorno come un altro
18,00

Sessantotto. Luoghi e rappresentazioni di un evento mondiale

editore: Unicopli

pagine: 221

Ci sono luoghi che, più di altri, hanno contraddistinto il Sessantotto in Italia e nel mondo
17,00

L'eco del boato. Storia della strategia della tensione 1965-1974

di Mirco Dondi

editore: Laterza

pagine: 446

Le 'stragi nere' iniziano il 12 dicembre 1969 con Piazza Fontana e terminano il 4 agosto 1974 con l'attentato al treno Italicus. Alcuni giorni dopo la bomba di Milano, il settimanale britannico "The Observer" parlerà di 'strategia della tensione', riferendosi non solo alle bombe ma al modo in cui sono stati strumentalizzati attentati e disordini sociali, chiamando in causa la stampa e i politici. La stagione dello stragismo, ignota ai Paesi dell'Europa occidentale, ha minato le istituzioni democratiche e la convivenza sociale dell'Italia, con l'aggravante che in quarantanni non sono stati condannati né i mandanti né gran parte degli esecutori. Solo in sede storica si è fatto un po' di ordine. Mirco Dondi ricostruisce gli episodi stragisti, soffermandosi in particolare sul loro impatto immediato.
28,00

La lunga liberazione. Giustizia e violenza nel dopoguerra italiano

di Mirco Dondi

editore: Editori Riuniti

pagine: 283

Un'attenta indagine sulla difficile uscita del nostro paese dalla guerra civile, sugli strascichi e le scosse di assestamento che accompagnarono la transizione dal fascismo alla democrazia. Nelle tensioni del dopoguerra, oltre alla giustizia e alle forze istituzionali, giocarono un ruolo chiave i soggetti più diversi: partigiani, popolazione civile, reduci fascisti, sbandati, approfittatori. L'autore ricostruisce l'evolversi delle forme di violenza e il lento rimarginarsi delle ferite, fino a quando i nuovi equilibri della guerra fredda non spinsero a congelare e dimenticare le vicende di quegli anni.
16,00

La resistenza tra unità e conflitto. Vicende parallele tra dimensione nazionale e realtà piacentina

di Mirco Dondi

editore: Mondadori bruno

pagine: 418

La resistenza, tra spinte autonome e tentativi di centralizzazione, annovera al suo interno una continua dinamica di opposizione che mina la possibilità di un'organizzazione compiuta. L'antifascismo convive per sua natura con il problema dell'unità. Un problema di "sdoppiamento" che si moltiplica per tutte le piccole realtà locali italiane, ognuna animata da contrasti e conciliazioni negate. Nella lettura parallela di dimensione nazionale e vicende partigiane nel piacentino, invece che restringere lo sguardo, questo libro riesce ad aprirlo sulle contraddizioni di una storia irriducibile a una formula, proprio perché polverizzata in un connubio di minoranze incapaci di riconoscersi in un disegno unico.
28,00
14,46

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.