Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Gabriel García Márquez

Lo scandalo del secolo. Scritti giornalistici 1950-1984

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 276

«Sono un giornalista
20,00

Nessuno scrive al colonnello

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 76

Considerata per ritmo e misura, per densità e asciuttezza di stile la prosa più riuscita del giovane García Márquez, Nessuno s
11,50
9,50

Cronaca di una morte annunciata

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 138

Santiago Nasar morirà
12,00

Cent'anni di solitudine

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 378

Da José Arcadio ad Aureliano, dalla scoperta del ghiaccio alla decifrazione delle pergamene di Melquíades: sette generazioni d
14,00

Memoria delle mie puttane tristi

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 140

"L'anno dei miei novant'anni decisi di regalarmi una notte di amore folle con un'adolescente vergine
12,00

Dell'amore e di altri demoni

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 146

Da un'antica tomba nel convento delle clarisse di Cartagena emerge una lunghissima chioma rossa
12,00

L'amore ai tempi del colera

di García Márquez Gabriel

editore: Mondadori

Per cinquantun anni, nove mesi e quattro giorni Fiorentino Ariza ha perseverato nel suo amore per Fermina Daza, la più bella r
14,00

Memoria delle mie puttane tristi

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 140

"L'anno dei miei novant'anni decisi di regalarmi una notte di amore folle con un'adolescente vergine
10,00

Non sono venuto a far discorsi

di García Márquez Gabriel

editore: Mondadori

pagine: 169

Gabriel Garcia Màrquez è sempre stato allergico ai discorsi pubblici, tanto da affermare, in una conferenza del 1972: "Ci sono
10,00

Cronaca di una morte annunciata

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 106

Santiago Nasar morirà. I gemelli Vicario hanno già affilato i loro coltelli nel negozio di Faustino Santos. A Manaure, "villaggio bruciato dal sale dei Caraibi", lo sanno tutti: presto i fratelli della bella quanto svanita Angela vendicheranno l'onore di quella verginità rubatale in modo misterioso dall'aitante Santiago, ricco rampollo della locale colonia araba. Tutti lo sanno, ma nessuno fa alcunché per impedirlo: non la madre della vittima designata, non il parroco, non l'alcalde, neppure una delle numerose fanciulle che spasimano per il Nasar. E così la morte annunciata lo sorprende nel fulgore di una splendida mattinata tropicale. Ma non per agguato o per trappola: un destino bizzarro e crudele fa sì che la fine di Santiago si compia per un concorso di fatalità ed equivoci, mentre gli stessi assassini fanno di tutto perché qualcuno impedisca loro l'esecuzione. Basato su un fatto reale, Cronaca di una morte annunciata venne pubblicato nel 1981 (un anno prima del Nobel a García Márquez) e, pur nella brevità, rappresenta uno dei vertici della sua narrativa: un romanzo magistrale che sa fondere i toni della tragedia antica con il ritmo di una detective story in una grandiosa allegoria dell'assurdità della vita, l'apoteosi della fatalità.
9,50

Diatriba d'amore contro un uomo seduto

di Gabriel García Márquez

editore: Mondadori

pagine: 75

Graciela è una donna del sud del mondo, figlia di una lavandaia, ma è riuscita a compiere un'imponente ascesa sociale grazie al matrimonio con un uomo benestante e a uno strenuo impegno negli studi. Sembra destinata alla felicità, almeno la felicità borghese fatta di benessere materiale e riconoscimenti sociali; eppure non è felice, e dopo venticinque anni di matrimonio trova il coraggio di reclamare il suo bisogno d'amore: davanti al marito, seduto in poltrona a leggere con indifferenza il giornale, si lascia andare a un lungo, intenso monologo. Unico testo teatrale dell'autore, l'opera vive del linguaggio poetico dei romanzi dell'autore e dell'inconfondibile clima del realismo magico sudamericano, con un imprevedibile finale.
10,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.