Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Eliade Mircea

Occultismo, stregoneria e mode culturali. Saggi di religioni comparate

di Mircea Eliade

editore: Lindau

pagine: 212

I saggi che compongono questo volume sono stati raccolti da Eliade nella fase matura della sua vita, riprendendo una serie di
19,00

Dizionario del mito

di Mircea Eliade

editore: Jaca Book

pagine: 428

Il mito è un racconto sacro ed esemplare che riferisce un avvenimento del tempo primordiale e fornisce all'uomo un senso deter
40,00

Arti del metallo e alchimia

di Mircea Eliade

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 189

Diviso in due parti, una sorta di dittico, "Arti del metallo e alchimia" rappresenta la summa del pensiero e degli studi di Mi
18,00

Diario 1970-1985

di Mircea Eliade

editore: Jaca Book

pagine: 504

Testimonianza conclusiva di una vita interamente dedicata alla ricerca scientifica e alla scrittura letteraria, il "Diario 197
38,00

Il mito dell'eterno ritorno. Archetipi e ripetizioni

di Mircea Eliade

editore: Lindau

pagine: 184

Il mito dell'eterno ritorno è il frutto di uno studio che Mircea Eliade aveva compiuto sull'uomo delle società arcaiche, o «tr
18,00

Yoga. Saggio sulle origini della mistica indiana

di Mircea Eliade

editore: Lindau

pagine: 376

Nata come tesi di dottorato in filosofia, discussa da Eliade all'università di Bucarest nel giugno del 1933 e pubblicata nel 1
29,00

I riti del costruire. Commenti alla leggenda di mastro Manole, la Mandragola e i miti della «Nascita miracolosa», Le erbe sotto la croce

di Mircea Eliade

editore: Jaca Book

pagine: 186

In questo libro traspaiono la pregnanza e la centralità del ricco patrimonio mitico, simbolico e religioso delle culture popol
16,00

Cosmologia e alchimia babilonesi

di Mircea Eliade

editore: Lindau

pagine: 126

Concepito come «capitolo introduttivo di un'opera più ampia sull'evoluzione mentale dell'umanità», Cosmologia e alchimia babil
16,00

Gli Huligani

di Mircea Eliade

editore: Calabuig

pagine: 471

Nel 1935, quando "Gli Huligani" viene pubblicato in Romania, Mircea Eliade ha solo 28 anni, ma nel suo paese è già molto celebre. Il romanzo ottiene immediatamente un grande successo e diviene un caso editoriale. La critica reputa impudica l'intraprendenza delle ragazze di buona famiglia che animano il racconto, ma in realtà la ragione dello scandalo andrà ritrovata altrove. Attraverso la descrizione lucida e ironica della giovane borghesia romena affascinata dall'ideologia fascista e intossicata da un mito collettivo, Eliade dà un volto agli huligamn, quella generazione della barbarie nouvelle che vuole affermare se stessa costruendo l'uomo nuovo, l'unico - degno e coraggioso - del quale la Romania potrà andare fiera. L'accattivante impianto narrativo e le multiformi sfaccettature dei personaggi e dei loro sentimenti creano un'atmosfera che molto più di qualsiasi saggio prelude alle tragedie che incombono sull'Europa.
20,00

Dizionario delle religioni

editore: Jaca Book

pagine: 251

"I dizionari delle religioni esistenti sono abbastanza numerosi, compilazioni di un solo autore oppure opere collettive
35,00

Sull'erotica mistica indiana e altri scritti

di Eliade Mircea

editore: Bollati Boringhieri

pagine: 99

Esiste il mal d'India, inguaribile come il mal d'Africa
13,00

Immagini e simboli. Saggi sul simbolismo magico-religioso

di Mircea Eliade

editore: Jaca Book

pagine: 157

Oggi si sta comprendendo una cosa di cui il XIX secolo non poteva avere nemmeno un presentimento, ovvero che il simbolo, il mito, l'immagine appartengono alla sostanza della vita spirituale, che è possibile mascherarli, mutilarli, degradarli, ma che non li si estirperà mai... Le immagini, i simboli, i miti, non sono creazioni irresponsabili della psiche; essi rispondono a una necessità e adempiono una funzione importante: mettere a nudo le modalità più segrete dell'essere. Ne consegue che il loro studio ci permette di conoscere meglio l'uomo, l'"uomo tout court", quello che non è ancora sceso a patti con le condizioni della storia. Ogni essere storico porta con sé una grande parte dell'umanità prima della Storia. [...] Oggi si comincia a vedere che la parte anti-storica di ogni essere umano non affonda, contrariamente a quanto si pensava nel XIX secolo, nel regno animale e, in fin dei conti, nella "Vita"; anzi, al contrario deriva e si innalza ben al di sopra di essa: questa parte astorica dell'essere umano porta, come una medaglia, l'impronta del ricordo di un'esistenza più ricca, più completa, quasi beatifica.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.