Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Claudio Marazzini

L'italiano è meraviglioso. Come e perché dobbiamo salvare la nostra lingua

di Claudio Marazzini

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

pagine: 252

Perché oggi è molto più facile sentirsi offrire dello street food anziché del "cibo di strada"? Come mai i politici dichiarano
12,00

L'italiano è meraviglioso. Come e perché dobbiamo salvare la nostra lingua

di Claudio Marazzini

editore: Rizzoli

pagine: 252

Perché oggi è molto più facile sentirsi offrire dello street food anziché del "cibo di strada"? Come mai i politici dichiarano
17,00

Breve storia della questione della lingua

di Claudio Marazzini

editore: Carocci

pagine: 142

Sotto il nome "questione della lingua" si raccolgono tutte le discussioni e le polemiche relative alla norma linguistica svolt
12,00

La lingua italiana. Storia, testi, strumenti

di Claudio Marazzini

editore: Il mulino

pagine: 398

Il libro, qui presentato in una nuova edizione ampiamente rivista e aggiornata, offre un corso completo e integrato per lo studio della storia della lingua italiana. La prima parte contiene le informazioni di base utili per chi si accosta alla disciplina. La seconda parte, organizzata per secoli, ricostruisce le diverse fasi della storia culturale, sociale e politica della nostra lingua. Per ciascuna di queste fasi il lettore troverà una serie di testi selezionati, dai primi documenti in volgare all'italiano contemporaneo, corredati di nozioni filologiche oltre che di un ricco apparato di note storico-linguistiche.
32,00

Da Dante alle lingue del web. Otto secoli di dibattiti sull'italiano

di Claudio Marazzini

editore: Carocci

pagine: 333

Le discussioni sulla questione della lingua italiana hanno dato vita a un dibattito culturale che ha investito la letteratura,
25,50

Storia linguistica di Torino

di Claudio Marazzini

editore: Carocci

pagine: 178

Torino ebbe una sorte curiosa: inizialmente città ben poco italiana (esposta al contagio dei confini, quindi priva di una lingua pura, come aveva scritto padre Dante), superò via via la propria marginalità divenendo, oltreché protagonista dell'unificazione nazionale, luogo di realizzazione del primo grande vocabolario italiano radicalmente diverso dalla Crusca, quello di Tommaseo. Il libro, che pone come snodi l'adozione dell'italiano da parte del duca Emanuele Filiberto di Savoia, le proposte linguistico-patriottiche di Galeani Napione e la svolta risorgimentale preunitaria, si conclude soffermandosi sulle vicende linguistiche di Torino città operaia e poi postindustriale, segnata dall'immigrazione nelle sue varie fasi (dal Piemonte rurale, dal Sud Italia, dall'estero).
16,00

La lingua italiana

Storia, testi, strumenti

editore: Il mulino

pagine: 390

Il libro offre un corso completo e integrato per lo studio della storia della lingua italiana
30,00

Da Dante alla lingua selvaggia

Sette secoli di dibattiti sull'italiano

di Marazzini Claudio

editore: Carocci

pagine: 268

Tra tutti i paesi d'Europa, l'Italia non è stata l'unica nazione in cui si è svolto un dibattito sulla lingua, ma quella in cu
16,00

La storia della lingua italiana attraverso i testi

di Marazzini Claudio

editore: Il mulino

pagine: 243

L'autore ripercorre la storia della lingua italiana attraverso un tracciato volutamente semplificato presentando una serie di
20,00

L'ordine delle parole. Storie di vocabolari italiani

di Claudio Marazzini

editore: Il mulino

pagine: 480

Assieme alla grammatica, il vocabolario rappresenta la norma linguistica per eccellenza e sembra contenere in sé le potenzialità della lingua nazionale, di cui finisce a volte per diventare l'icona. Questo libro prende le mosse dai lessici e glossari medievali, dalle raccolte lessicali cinquecentesche, per esaminare via via tutti i grandi dizionari italiani, fino ai giorni nostri. La storia che viene raccontata è ricca di tensioni, dominata dallo scontro tra modelli culturali alternativi. Ne emergono le discussioni normative, la gara tra regioni, talora la rivalità tra città (Siena e Firenze, Firenze e Milano), il nesso tra lessicografia, progresso scientifico e tecnologico, le istanze civili, l'affascinante rapporto che lega vocabolari e scrittori, come ad esempio Manzoni, D'Annunzio, Svevo, Pavese. Come in ogni buona storia, non mancano i colpi di scena: si pensi, tra i fallimenti, al rogo del "Vocabolario cateriniano" del Gigli e al "Vocabolario" dell'Accademia d'Italia voluto da Mussolini e arrestatosi alla lettera "C" per la caduta del fascismo. Oggi l'avvento dell'informatica ha mutato profondamente la forma e le tecniche di interrogazione dei dizionari, ridando fiato a un'antica ansia di totalità e rinnovando l'utopia di racchiudere il mondo in un libro, in un'opera "totale".
35,00

Le fiabe

di Claudio Marazzini

editore: Carocci

pagine: 125

Il testo illustra i rapporti tra fiaba, narrativa e mito. Presenta le grandi raccolte delle varie nazioni e le raccolte 'd'autore', affronta i problemi legati al reperimento del materiale, alla registrazione, alla trascrizione, alla 'purezza' e autenticità del repertorio, alle innovazioni 'moderne', alle contaminazioni, allo stile del narrare popolare. Il soggetto è la fiaba orale considerata nella sua superficialità, ma il riferimento va anche agli studi teorici generali dei Grimm, alla mitologia comparata, a Propp, alla scuola finnica, fino al saggio di Bogatyrëve Jakobson che ha equiparato la trasmissione dei testi folclorici al meccanismo dell'innovazione linguistica.
12,00

Breve storia della lingua italiana

di Claudio Marazzini

editore: Il mulino

pagine: 267

La storia dell'italiano è caratterizzata dal prestigio che seppe raggiungere prima ancora che l'Italia esistesse. Scavalcando gli intricati confini degli stati preunitari, l'idioma toscano letterario incarnò un'idea morale di nazione, repubblica delle lettere armata non di eserciti, ma di letteratura, di poesia, di eleganza stilistica. Se ricca e complessa appare la storia del processo di alfabetizzazione di massa, non meno affascinante è la vicenda culturale di un lingua che fu strumento espressivo di poeti come Dante e Petrarca, di scienziati come Galileo, di prosatori come Machiavelli. Questo libro delinea il percorso storico dell'italiano, facendo emergere la rete di legami fra le regioni italiane, prima che l'Unità divenisse realtà.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.