Il tuo browser non supporta JavaScript!

Libri di Arthur Schnitzler

Il sottotenente Gustl

di Arthur Schnitzler

editore: Passigli

pagine: 69

«Sensazione che si tratti di un capolavoro»: così annotava nel suo diario Arthur Schnitzler a proposito di questa breve opera,
8,50

Doppio sogno

di Arthur Schnitzler

editore: Garzanti

pagine: 108

Basta un'innocente confessione a incrinare la serenità di un matrimonio
7,50

Paracelso

di Arthur Schnitzler

editore: Mimesis

pagine: 185

Nel 1517, a Basilea, fa la sua comparsa un personaggio che sembra avere poteri sconosciuti
16,00

Il dottor Gräsler medico termale

di Arthur Schnitzler

editore: Passigli

pagine: 154

Questo romanzo narra alcuni mesi nella vita di Emil Gräsler, medico di mezza età che esercita la sua professione senza una par
14,50

La signorina Else

di Arthur Schnitzler

editore: Feltrinelli

pagine: 86

"Nei singoli uomini non si è verificata la benché minima trasformazione, non è accaduto altro se non che diverse inibizioni so
7,00

La signora Berta Garlan

di Arthur Schnitzler

editore: Passigli

pagine: 158

Pubblicato nel 1901, La signora Berta Garlan narra la vicenda amorosa di un'insegnante di pianoforte
14,50

Il compimento dell'amore-Due amori-L'ultimo addio

editore: Passigli

pagine: 308

"Il compimento dell'amore": Apparso nel 1911, insieme a "La tentazione della silenziosa Veronika" in un volume dal titolo "Uni
26,90

Novelle

di Arthur Schnitzler

editore: Edizioni Clichy

pagine: 160

Anche nelle sue meno note "Novelle", introvabili in italiano da decenni, lo scrittore austriaco, autore di "Doppio sogno" - romanzo breve da cui Stanley Kubrick ha tratto il suo ultimo film "Eyes Wide Shut" - mette in gioco la sua conoscenza (anche personale) con Freud e della psicanalisi e si dimostra un profondo indagatore dell'animo umano, dimostrando la sua ineguagliata grandezza.
10,00

Il doppio sogno

di Arthur Schnitzler

editore: Feltrinelli

pagine: 120

Vienna, fine Ottocento. Un coppia mondana: un medico e una donna bellissima. Dopo la confessione del sogno di un adulterio da parte di lei, il dottor Fridolin si ritrova tra le strade della capitale austriaca in avvenimenti oscuri e quanto mai onirici. Il sogno rappresenta, indubbiamente, il motore degli avvenimenti che si succedono in questa fortunatissima novella di Arthur Schnitzler. Esso innesca una crisi nella coppia protagonista della narrazione, ma si rivela allo stesso tempo terapeutico, in particolare nel momento in cui viene rivelato, comunicato, ovvero quando non appare più legato soltanto all'interiorità di chi lo sperimenta.
8,00

Fama tardiva

di Schnitzler Arthur

editore: Guanda

pagine: 167

Un riconoscimento postumo: ecco quello che si annuncia per questo testo di Arthur Schnitzler, da lui scritto a trentadue anni
15,00

Fama tardiva

di Arthur Schnitzler

editore: Guanda

pagine: 167

Un riconoscimento postumo: ecco quello che si annuncia per questo testo di Arthur Schnitzler, da lui scritto a trentadue anni
11,00

L'ultimo addio

di Arthur Schnitzler

editore: Passigli

pagine: 93

Il presente volume riunisce due racconti inediti del grande scrittore austriaco Arthur Schnitzler (Vienna, 1862-1931), uno dei protagonisti della letteratura mitteleuropea del Novecento. Nel primo di questi, "La donna dopo", un uomo ancor giovane in preda al dolore per la scomparsa improvvisa della moglie tenta disperatamente di ritrovare i ritmi di una vita sociale che sembra non più appartenergli; in un girovagare a vuoto alla ricerca di nuove occasioni di vita, si troverà spinto verso il rapporto con un'estranea che non farà però che acuire il suo stato fino al parossismo finale in cui l'amante sconosciuta e l'amata defunta gli appariranno riunite in un estremo lampo di follia. Tematicamente affine è il secondo racconto, "L'ultimo addio": anche qui amore, morte e senso di colpa si trovano a coesistere nel protagonista, il quale di fronte all'amante defunta si sente incapace di rivelare al marito il rapporto clandestino che li aveva uniti. Come scrive Sabrina Mori Carmignani nella prefazione che accompagna il volume, aleggia anche, in entrambi i racconti, quella figura del 'doppio', del 'Doppelgänger', che Sigmund Freud grande ammiratore di Schnitzler, cui giunse a scrivere di temere in lui quasi un suo 'doppio' - ricollegava al suo concetto di 'perturbante', come esito di un destino che non riesce a realizzarsi nello spazio ristretto di una singola coscienza.
8,50

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice attivare il servizio.